+39 (0) 733 817649 - 818734isea@isea.euCivitanova Marche (MC) Italia

Modello di Utilità

< Back
You are here:

Possono costituire oggetto di brevetto per modello di utilità i nuovi modelli atti a conferire particolare efficacia o comodità di applicazione o di impiego a macchine o parti di esse, strumenti, utensili, oggetti di uso in genere, quali i nuovi modelli consistenti in particolari conformazioni, disposizioni, configurazioni o combinazioni di parti.

La differenza sostanziale con un’invenzione è ancora oggetto di discussione e tuttora incerta, tanto che da un lato, per uno stesso trovato, è consentito presentare richiesta di registrazione sia per brevetto di invenzione che per registrare un modello di utilità (art. 84 CPI) e dall’altro è consentita la conversione non solo della domanda di brevetto, ma anche di un brevetto concesso in modello di utilità e viceversa (art. 76.3 CPI).

I requisiti di novità e concetto inventivo sono gli stessi previsti per il brevetto di invenzione, ma la durata dell’esclusiva è limitata a un massimo di dieci anni rispetto ai venti dell’invenzione. La tassa di mantenimento di un brevetto per modello di utilità deve essere pagata anticipatamente all’inizio del secondo quinquennio entro e non oltre l’ultimo giorno del mese anniversario di deposito della domanda. Il mancato pagamento del 2° quinquennio comporta la decadenza del brevetto e conseguentemente dei diritti di sfruttamento.

Gli effetti della privativa decorrono dalla data in cui la domanda è resa accessibile al pubblico.

Nei confronti dei terzi ai quali la domanda è stata notificata a cura del richiedente, gli effetti della privativa decorrono dalla data di tale notifica.